Al via i Social Cohesion Days, oltre 30 appuntamenti in tre giorni su disuguaglianze e democrazia

 

Occupazione, reddito di cittadinanza, integrazione europea, sport e inclusione sociale, salute, beni comuni e sviluppo sostenibile: sono numerosi e concreti i temi al centro dei “Social Cohesion Days”, il festival internazionale della coesione sociale, dal 24 al 26 maggio a Reggio Emilia. Tre giornate di confronto, 80 relatori e 30 appuntamenti gratuiti sulla “divisione imperfetta” della ricchezza e sulla coesione sociale in Europa e in Italia, con grandi nomi dell’economia e della politica: dal premio Nobel Amartya Sen insieme a Romano Prodi, da Riccardo Staglianò di Repubblica fino alla giornalista americana Simran Sethi.

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, è promossa da organizzazioni pubbliche e non profit – Fondazione Easy Care, Comune di Reggio Emilia, Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli – e realizzata in collaborazione con Coopselios. Il programma dei Social Cohesion Days viene presentato agli organi di informazione venerdì 18 maggio alle ore 11.00 presso Piazza Casotti, Reggio Emilia.

Intervengono alla conferenza stampa:

Luca Vecchi, sindaco di Reggio Emilia;

Valeria Montanari, assessora alla Partecipazione e alla Cura dei quartieri

Raul Cavalli, presidente della Fondazione Easy Care;

Giovanni Umberto Calabrese, presidente Coopselios;

I Social Cohesion Days si svolgono sotto il patrocinio del Parlamento Europeo, della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, del Consiglio d’Europa, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e della Regione Emilia-Romagna.

Consulta QUI il programma dei Social Cohesion Days 2018