Il Consorzio Quarantacinque ha rinnovato la Certificazione Ambientale ISO14001:2015.

Come “GRUPPO QUARANTACINQUE AMBIENTALE”

A differenza degli altri anni, si tratta di una certificazione detta di “Gruppo” che al momento coinvolge tre delle cooperative sociali reggiane aderenti al Consorzio. Nel “Gruppo Quarantacinque Ambientale”, potranno comunque entrare tutte le associate che lo riterranno opportuno.

La certificazione è così articolata:

-Consorzio Quarantacinque

Gestione di contratti in nome e per conto delle cooperative associate, limitatamente all’erogazione dei servizi di spazzamento manuale e meccanizzato di aree urbane, sorveglianza dei centri di raccolta e trasporto di rifiuti urbani non pericolosi, finalizzati all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

-Camelot:

Erogazione di servizi di sorveglianza dei centri di raccolta, servizi di spazzamento manuale e meccanizzato finalizzati all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

-Lo Stradello:

Erogazione di servizi di sorveglianza dei centri di raccolta, servizi di spazzamento manuale e meccanizzato finalizzati all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

-Il Ginepro

Erogazione di servizi di raccolta rifiuti, servizi di sorveglianza dei centri di raccolta, servizi di spazzamento manuale finalizzati all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati.

La prerogativa di questa particolare  modalità di certificazione  è che ciascun ente coinvolto gestirà una parte documentale comune a tutti, con evidenti economie di scala rispetto a costi di consulenza e di certificazione ma,  qualora ne avesse necessità, potrà aggiungere alla propria certificazione attività che le sono proprie a costi inferiori.

Il bisogno di certificarsi nasce dalla necessità di ridurre gli impatti  ambientali  e dal bisogno di promuovere uno sviluppo sostenibile; sono le cooperative stesse, infatti, ad effettuare una valutazione sulla gestione delle proprie attività